SCHEDA DI PROGAMMAZIONE DELL’UNITA’ DIDATTICA COOPERATIVA / SECONDA ESPERIENZA
Classi QUARTE Sezioni A-B Scuola JOLE ORSINI AMELIA
Lezione di STORIA

OBIETTIVI
DI APPRENDIMENTO
  1. Leggere e comprendere testi di tipo informativo-espositivo.
  2. Sintetizzare quanto letto.
  3. Riordinare logicamente e cronologicamente le sequenze informative.
  4. Conoscere i quadri storici delle civiltà esaminate ( organizzazione sociale, attività economiche, lingua e scrittura, arte e cultura, religione).
  5. Elaborare rappresentazioni sintetiche delle civiltà studiate.

SOCIALI
  1. Sperimentare regole adeguate alla vita di gruppo: ascoltarsi reciprocamente, rispettare il turno di parola.
  2. Lavorare in gruppo apportando il proprio contributo positivo.
  3. Dare la propria disponibilità ad aiutare chi ne ha bisogno.
  4. Manifestare il proprio punto di vista interagendo positivamente: accettare critiche, criticare senza offendere, cercare un accordo.
DECISIONI PRELIMINARI

Dimensione del gruppo
Poiché le due classi sono abituate da tre anni a lavorare per gruppi a classi aperte durante i laboratori, si ritiene opportuno strutturare le due classi in 8 gruppi misti, 4 in ognuna delle due aule.
4° A: 4 gruppi, di 4 bambini ins. Moriconi
4° B: 4 gruppi, di 4 bambini ins. Lorenzoni

Metodo di formazione del gruppo
I gruppi sono eterogenei, costituiti da alunni di diversa abilità rispetto alla competenza “leggere e comprendere un testo, ricavandone informazioni”.
Ruoli
1-Lettore (legge al gruppo le istruzioni e il lavoro di sintesi e detta allo Scrittore) 2-Scrittore (compila in bella copia il quadro di sintesi del lavoro) 3-Mediatore-guida (coordina il lavoro del gruppo, riceve in consegna il materiale) 4-Disegnatore/sticker (si occupa delle immagini che corredano il lavoro di sintesi).

Organizzazione dell’ambiente classe
4 isole di 4 banchi

Materiali
Scheda strutturata per ogni alunno, corredata da immagini, con testi predisposti da analizzare in modo guidato e da sintetizzare in base ad uno schema dato. Matita, penna, gomma, forbici, colla, fogli formato A3 per la sintesi finale, fogli formato A4 per disegnare e prendere appunti. Libro di testo.
DESCRIZIONE DEL COMPITO DA PROPORRE AL GRUPPO COOPERATIVO
Descrizione del Compito
Costruire una sintesi, che rappresenti alcuni aspetti della Civiltà degli Egizi ( religione e culto dei morti).
Ad ogni membro del gruppo viene fornita una scheda strutturata riguardante uno degli aspetti dell’argomento esaminato. Si formano gruppi di “esperti”, per poi tornare nel gruppo originale ed effettuare il lavoro di sintesi.

Criteri di valutazione
PRODOTTO:
Viene valutato il miglioramento dell’apprendimento di ciascun allievo, con la somministrazione finale di una prova di verifica individuale, comprendente domande del tipo vero-falso, testo cloze, questionario con domande a risposta aperta.
PROCESSO:
Durante il lavoro dei vari gruppi l’insegnante, attraverso griglie di rilevazione, valuta il modo in cui il gruppo applica determinate competenze sociali. Alla fine dell’esperienza è previsto un momento di autoanalisi, mediante una breve discussione in classe sul modo in cui ogni gruppo ha funzionato.

Interdipendenza positiva
Interdipendenza di risorse ( ogni membro riceve una parte dei materiali per lo svolgimento del compito), interdipendenza di ruoli (ogni membro svolge ruoli complementari e interconnessi).

Responsabilità individuale
Ogni membro del gruppo è direttamente responsabile del “settore” a lui affidato nel quadro di sintesi finale ed ha il compito di facilitarne l’acquisizione al resto del gruppo.

Le insegnanti
Beatrice Lorenzoni, Micaela Moriconi


ADATTATA DA Jhonson et Al. Apprendimento Cooperativo in classe, Edizioni Erickson, Trento, 1996